Lorenzo Gandolfi fa il bilancio dei primi mesi di stagione

Vittorie per Under 15 e Under 17, che si conferma in testa alla classifica
22 Dicembre 2021

Lorenzo Gandolfi, responsabile del settore giovanile, facciamo un bilancio di questa prima parte di stagione?

Non ci possiamo nascondere, e devo dire che sono molto soddisfatto, soprattutto per l’atteggiamento e la mentalità che stanno avendo i nostri ragazzi. Se da un lato, ma senza presunzione, me lo sarei aspettato dal gruppo dei più piccoli per il fatto che sono già due anni che lavoriamo insieme, non era scontato per i più grandi, che invece stanno rispondendo alla grande.

E la soddisfazione si vede anche guardando le classifiche…

Come abbiamo sempre detto, non ci sono aspettative “di squadra”, ma puntiamo tanto alla crescita dei singoli giocatori, nel contesto della squadra. Però, quando si scende in campo, lo si fa sempre per vincere, ed è importante che i ragazzi imparino a “giocare per vincere”, e il nostro obiettivo è educarli per trasmettere loro questa ambizione, e lo stanno recependo. Essere nelle prime 3 posizioni in ogni girone dei campionati a cui partecipiamo, è comunque gratificante.

Come procede l’equilibrio tra Under 15, Under 16 e Under 17?

Non dimentichiamo mai che non ci si allena di squadra, ma a “gruppi”. Guardando le varie annate, l’Under 17 sta facendo un grande campionato, siamo primi in classifica, un po’ anche a sorpresa visto che abbiamo fatto la scelta di avere una squadra con la maggior parte dei ragazzi di un anno più piccoli rispetto alla media (solo 4 nati nel 2005, per intenderci): abbiamo deciso di preparare alcune partite come fanno i “grandi”, facendo quindi alcune scelte tattiche e studiando gli avversari per giocare sulla base delle loro caratteristiche. E, oltre alle vittorie arrivate, mi è piaciuto come i ragazzi abbiano recepito e affrontato anche questa sfida. Per quello che riguarda i più piccoli, sono soddisfatto del loro atteggiamento, ed è importante, come Società, vedere che 4 di loro sono stati scelti per la selezione “Romagna” del CRER, e due di loro hanno giocato con la rappresentativa della Regione ad un torneo ad inizio dicembre a Lucca.

E sull’Under 16 cosa possiamo aggiungere?

Anche in questo campionato, ci stiamo togliendo delle belle soddisfazioni: scende in campo chi trova meno spazio in Under 17, ma la serietà e la volontà dei ragazzi ci permette di essere in testa al campionato.

Ed ora, cosa ci si aspetta dalle prossime settimane?

In questi giorni ricominciamo a lavorare con continuità ma sempre in sicurezza, cambiando qualcosa, tornando a fare tamponi e stando più attenti nei momenti “comuni”, vista la situazione pandemica. Nella seconda metà di gennaio si dovrebbe tornare a giocare e il nostro piano di lavoro cambierà, dovendo inserire i recuperi delle gare che non si sono disputate: questo significherà allenarsi un po’ meno e disputare più partite, ma è una situazione che durante l’anno si verifica, e ci faremo trovare pronti.